Brigitte Nielsen e Jessica Sierra nel Celebrity Rehab

di Gioia Bò 2

Quanto è dura la vita delle star!
Siamo abituati a vederle tutti i giorni sui giornali scandalistici e non, per gli eccessi a cui si lasciano andare, incuranti della popolarità di cui godono e del riflesso che i loro gesti possono avere sull’opinione pubblica.

Per noi rappresentano un manna dal cielo, dandoci la possibilità di scrivere ogni giorno qualcosa sul loro conto. ma non siamo gli unici a guadagnarci. pensate che in America qualcuno ha pensato bene di creare un reality in cui ci sono star impegnate in un vero e proprio rehab, ovvero la riabilitazione seguita all’uso eccessivo e smodato di alcol e droga.

Molti i vip presenti, più o meno noti, a cominciare da una vecchia conoscenza della tv italiana, Brigitte Nielsen, che ora è in “terapia” per uscire da uno stato avanzato di alcolismo.


Riuscirà a superare l’astinenza e la tentazione di uscir fuori a farsi un goccetto, fino alla fine del programma?

Di certo la buona compagnia non le manca in questa avventura, essendo circondata da alcolisti e tossici del calibro di Jeff Conaway, Seth Binzer, Daniel Baldwin e Jaonie Laurer (tutti famosi negli States, un po’ meno da noi). A concludere la lista dei concorrenti Jessica Sierra, molto nota alle cronache rosa per gli arresti subiti per guida in stato di ebrezza.

Bella l’idea della produzione del “Celebrity Rehab” che unisce il business per una trasmissione quantomeno bizzarra alla voglia di aiutare le povere star cadute in disgrazia.

Peccato però che venga mostrato tutto, ma proprio tutto della riabilitazione, vomito e crisi di astinenza compresi. Un reality per gli stomaci forti, ma lo spettacolo alla fine è anche questo!

Commenti (2)

  1. Posso augurare solo una pronta guarigione

  2. Già, ce lo auguriamo tutti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>