Marcia Cross: casalinga disperata e nuda

di Gioia Bò 3

Non c’è pace in questo periodo per le Desperate Housewives: prima Teri Hatcher che si fa denunciare per aver rotto un contratto di esclusiva con Hydroderm, facendo pubblicità ad un’azienda concorrente, poi la Longoria che vive nel terrore che il suo ex Pete Doherty dia in pasto al pubblico i filmini hard con lei protagonista.
Ora è la volta di Marcia Cross, le cui foto senza veli stanno facendo il giro del web.
Se ne era disfatta la Cross, temendo di essere considerata un cattivo esempio dalle sue bambine.
Finite nella spazzatura vennero raccolte da qualcuno che ora ha trovato il modo di farle fruttare in termini economici.
Pubblicate da Fadedyouthblog.com le foto mostrano una Marcia Cross che esibisce spudoratamente le sue grazie davanti all’obiettivo. Certo si tratta di foto amatoriali scattate presumibilmente dal marito e non da un paparazzo professionista, ma il risultato finale non cambia.
Ed eccola qui mentre si fa la doccia nel giardino della sua villa di Beverly Hills, mostrando senza imbarazzo un corpo non ancora trasformato dalle due gravidanze (e nemmeno troppo depilato!).

Tranquilla Marcia, le tue bimbe non ti vedranno nelle immagini a luci rosse: basterà impedirgli di aprire i giornali o di navigare in rete. Per ora.
E poi capiranno: tutte le mamme si fanno fotografare mentre fanno la doccia in giardino!
Un consiglio. La prossima volta non usare il cassonetto per disfarti di foto compromettenti. Piuttosto accendi il camino e fanne un falò, è decisamente più sicuro!

Commenti (3)

  1. Bellissima donna! Ma anch’io l’avrei preferita senza peli, per me una donna con la depilazione integrale è più elegante! Dà un impressione di maggior cura! Forse all’epoca non ci si faceva caso, non si capiva che il corpo della donna non deve avere peli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>