Oprah Winfrey: io sono dio, salverò il mondo!

di Gioia Bò 7

Ma veramente basta un po’ di popolarità per credersi un dio? Tranquilli, non siamo blasfemi, né usiamo impropriamente i termini legati alla religione. Il personaggio di cui ci stiamo per occupare crede realmente di essere dio e promette di insegnare la verità!

Chi è l’esaltato di turno? Oprah Winfrey, regina indiscussa dei talk-show americani ed ora anche profeta (o profetessa?) capace di condurre sulla retta via l’umanità intera.

E il bello è che c’è anche chi le da retta e la sostiene. E non stiamo parlando di qualche centinaio di seguaci, ma di milioni di telespettatori che pendono dalle sue labbra e non aspettano altro che apra bocca.


Avete presente il personaggio? Una specie di Maurizio Costanzo al femminile, ma elevato all’ennesima potenza, tanto che il suo programma è in testa alle classifiche di gradimento da ben 471 settimane. Il famoso divano sul quale fa accomodare gl ospiti tiene incollata alla tv mezza America.

Per una come lei deve essere stato un gioco da ragazzi passare da discorsi frivoli, quali possono essere la moda o le diete, a temi impegnati, la religione appunto, trascinandosi dietro il suo pubblico.

Recentemente ha aperto un corso sul web in cui insegnava “la parola” del suo maestro spirituale, tale Eckhart Tolle. Volete sapere quanti americani si sono iscritti al corso on line? Che ci crediate o no sono quasi trenta milioni!

Incredibile! D’accordo che l’uomo moderno è alla ricerca della spiritualità, ma mica possiamo seguire gli insegnamenti del primo che si alza e si sente un dio!

Ovviamente la Winfrey mostra il fianco anche a numerose critiche. I suoi detrattori la deridono spesso e volentieri parlando del “Vangelo secondo Oprah” o di “guru Oprah”, ma lei sembra convinta del suo ruolo di salvatrice dell’umanità e, nonostante un lieve calo di ascolti, continua a predicare i precetti del maestro.

Ho finalmente scoperto la verità. Io, come tutti voi, sono l’universo, sono dio, sono il creatore!

Che dire? Se non si trattasse di religione, la prenderemmo sul ridere. E speriamo che il suo esempio non venga seguito anche dalle nostre parti: ce la vedete Maria De Filippi nelle vesti della predicatrice?

Commenti (7)

  1. ahimè, una che guadagna e ha il seguito che ha lei può peccare e sentirsi Dio…ma magari informarsi su chi è e cosa fa Eckhart Tolle, senza definirlo ‘tale’, può essere utile. Chi si definisce Dio si sente superiore agli altri, ma leggendo l’articolo l’unica persona che si sente superiore è l’autrice.

  2. Definire qualcuno “tale” non è un segno di mancanza di rispetto, ma forse solo di scarsa popolarità su un sito di gossip… Sul fatto che l’autrice si senta superiore, si, può darsi, ma non va certo in giro ad affermare di essere un dio!

  3. Gioia, la Winfrey si è definita tale seguendo le parole di Tolle: il significato non è quello che può sembrare, per questo la invito a dare un’occhiata a quello che Tolle dice e scrive. Dopodichè Tolle potrà apparirle un buffone e la Winfrey una maniaca egocentrica. Ma è una valutazione che potrà fare dopo, non prima di…guardare un pochino più in là

  4. Sono in totale disaccordo l’autore di questo articolo. Eckhart Tolle e’ un genio, spero l’umanita’ intera si applichi e studi i suoi insegnamenti.

  5. Non conosco Oprah Winfrey ma posso capire il suo entusiasmo nel diffondere l’insegnamento di Eckhart Tolle , che di certo non e’ Dio ma semplicemente un uomo che ha trovato la verita’ dentro se’ stesso e ci insegna che tutti abbiamo questa possibilita’ dentro di noi se rivolgiamo la nostra attenzione all’interno con sincerita’. Del resto i suoi insegnamenti non sono certo nuovi, ma perfettamente concordanti con tutti quelli dei grandi Maestri (Gesu’, Buddha, Maometto,Shankara,Ramana Maharshi, ecc.). Penso che prima di dare giudizi si dovrebbe capire di cosa si sta parlando, e il problema che affligge l’umanita’ e’ proprio la mancanza di consapevolezza e una errata concezione di quello che realmente siamo.
    Consiglio a tutti quelli che hanno sensibilita’ di leggere il libro di Tolle “Il porere di Adesso”: vi cambiera’ la vita.i

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>