Striscia la Notizia: chi saranno le prossime Veline?

di Gioia Bò 1

Donne di tutta Italia (e non solo) aprite bene le orecchie: da martedì partiranno le selezioni per scegliere coloro che sfileranno, danzeranno, ancheggeranno dal prossimo settembre sul bancone-scrivania di Striscia la Notizia!

Se avete un’età compresa tra i 18 ed i 65 anni ed ambizioni di fama e successo, iscriveti pure, date il meglio di voi stesse e poi incrociate le dita. Potreste essere voi a prendere il posto di Veridiana Mallmann e di Melissa Satta!

Quest’anno cambia la conduzione del programma estivo: non più l’istrionico Teo Mammuccari, reso da poco papà da una velina (ma va?), ma il divertentissimo Ezio Greggio, che già sogna di poter lavorare con una ragazza di 35 anni, possibilmente rossa…


Ma come, la tradizione non le voleva una bionda ed una mora? Si ma per il conduttore storico del tg satirico sarebbe ora di cambiare i requisiti richiesti e di provare con qualcosa di nuovo che possa far aumentare (ancora?) lo share.

Non la pensa così Antonio Ricci, inventore della fortunata trasmissione della tv commerciale, che invece si augura che a vincere sia una ragazza rom (peccato che finora non se sia presentata nessuna).

Intanto tra frizzi e lazzi, tapiri consegnati e scoop sono passati 20 anni dalla prima volta che Striscia apparve sugli schermi italiani ed è quindi il momento di fare un bilancio sulle tante veline che hanno calcato il bancone più famoso d’Italia:

Vera Atyushkina è stata una delle più simpatiche, ma davanti alle telecamere si inceppava. La ballerina migliore è stata senz’altro Roberta Lanfranchi, mentre la più negata Alessia Merz (la chiamavamo Foppa Pedretti). La più pestifera è senza dubbio Melissa Satta.

Questo il giudizio di Antonio Ricci, che svela anche un piccolo particolare:

Ezio Greggio vorrebbe nominare Veline Honoris Causa Rosy Bindi e la Brambilla, ma pure la coppia CarfagnaPrestigiacomo è fantastica.

E voi che aspettatte? Le selezioni sono cominciate, affrettatevi. In fondo bastano solo un paio di gambe lunghe per diventare veline!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>