Heidi Klum, la top più hot del mondo vuole aiutare Britney

di Valeria Douglas Commenta

Belle, anzi bellissime. E se non lo sono loro… Parliamo delle modelle, donne spesso vicine alla perfezione, con grande invidia di noi normalissime. E per farci rodere ancora di più il fegato, ecco che Models.com ha deciso di stilare una classifica sulle modelle più “hot” al mondo.

Il podio è tutto della bionda Heidi Klum, storica testimonial di Victoria’s Secret.
Heidi è stata scelta per la sua bellezza naturale:

Tutti la amano per i suoi capelli fluenti, la pelle splendente, il corpo incredibile e la personalità effervescente.

Subito dopo di lei, tocca a Gisele Bundchen, l’ ex di Leonardo Di Caprio, e alla brasiliana Adriana Lima.


Seguono Tyra Banks, conosciuta perché ospite del reality show “America’s Next Top Model”, e la bomba sexy Karolina Kurkova.

La lista è lunga. Ma una particolarità spicca: tutte queste modelle hanno posato con la biancheria di Victoria’s Secret. Beh, un motivo ci sarà.

Dicevamo del primo posto di Heidi Klum, una donna fortunata non solo per la carriera costellata da successi, ma per la bella famiglia che ha costruito con il cantante Seal.

Non sono mai stata così felice come oggi. Ho trovato l’uomo della mia vita e insieme cresciamo tre bambini. Non potrei chiedere di meglio.

Una compagna fedele e una mamma stupenda, oltre che una sorta di crocerossina tanto che Heidi sarebbe disposta ad aiutare chi ha bisogno di una guida nella vita. Un nome non proprio a caso: Britney Spears.

La Klum vorrebbe infatti ospitare nella sua villa di Beverly Hills, in California, la reginetta del pop in declino. Un tentativo forse vano di ricomporre i pezzi di una vita allo sbando.

Può chiamarmi e venire a vivere da noi per un paio di mesi. L’aiuterò a rimettersi in pista. Mi dispiace quando una persona giovane viene messa così fuori strada. Ha avuto una vita estremamente folle.

… Posso chiamarti Mamma Heidi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>