Sconto di pena per Michelle Rodriguez

di Gioia Bò 1

L’avevamo lasciata qualche tempo fa, mentre varcava la soglia di una prigione, destinata a salutare il nuovo anno in una cella due per due: Michelle Rodriguez, un’altra star che finiva nei guai a causa degli eccessi notturni.

Condannata a sei mesi di reclusione per aver violato la libertà vigilata, in seguito ad una condanna per guida in stato di ebrezza, era stata costretta alle manette ed al soggiorno tra le detenute comuni nel Century Regional Detencion Facility.

Ora eccola qui, di nuovo a respirare l’aria profumata della libertà, dopo solo 17 giorni di carcere. Buona condotta? No, sovraffollamento delle carceri (evidentemente non è un problema solo italiano!), ma chissà perché a beneficiare degli sconti di pena sono sempre loro, tanto più che la Rodriguez è recidiva per questo tipo di reato, essendo stata pizzicata altre due volte negli ultimi anni mentre guidava ubriaca: nel 2004 se la cavò con un corso di rieducazione, mentre nel 2006 fu condannata a scontare 60 giorni di carcere, ma venne liberata dopo 20 minuti.


E’ abbastanza chiaro che ha i suoi santi in paradiso o un avvocato talmente convincente, che ogni volta riesce a impedirle di scontare per intero la pena. Magari sarebbe il caso di presentarlo a anche a Keifer Sutherland,che dovrà vedere il sole a scacchi fino al 22 gennaio, quando uscirà di prigione dopo aver scontato l’intera pena (48 giorni).

Ma Michelle è stata fortunata ancora una volta e speriamo che qualcuno le consigli di darsi una calmata, perché prima o poi potrebbe incontrare un giudice non disposto a chiudere un occhio e a quel punto nemmeno Perry Mason potrebbe aiutarla!

Commenti (1)

  1. Tutto questo è un segno tangibile di come sciupare la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>