James Blunt, dongiovanni in Svizzera

di Valeria Douglas Commenta

Un dongiovanni, un tombeur de femmes. Chiamatetelo come volete perchè, alla fine, il risultato non cambia. Infatti James Blunt si sta dando molto da fare dal punto di vista femminile.

Ebbene sì, è finito il tempo delle super top model come Petra Nemcova e delle ragazzine viziate come Paris Hilton. A James è bastato trasferirsi definitivamente, circa un anno fa, in uno sky resort svizzero, una specie di villaggio turistico, per seminare “panico”, anzi fascino tra le turiste e le sciatrici del luogo di montagna.

Sembra infatti che il cantante inglese non trascorra notte senza che, nel suo letto, compaia una donna diversa.

Lo scorso gennaio, quando Blunt optò questo “trasloco”, fu ben accolto tanto che Patrick Messeiller, il direttore del villaggio, rilascio un’intervista al quotidiano svizzero Le Matin per confermare la notizia.

Un po’ di pubblicità non guasta mai, certo.

Ma nel corso dei mesi, le cose sono cambiate. E i negozi di souvenir locali – non sappiamo se per rendere un simpatico omaggio al cantante o perchè stufi del crollo di qualità del posto – hanno fatto stampare una maglietta con la scritta “James Blunt took my virginity” ovvero “James Blunt si è preso la mia verginità”.

Le dichiarazioni che Blunt rilascia, comunque, non migliorano le cose: «Un giorno mi sono ritrovato con nove modelle nude in una piscina a Los Angeles. E io ero l’unico uomo. Mi piace pensare che ogni donna che ho conosciuto sia stata felice di stare con me».

Donne, siete avvertite…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>