Michael Jackson, nuove dichiarazioni di Conrad Murray

di Elide Messineo 1

Conrad Murray è il medico che è stato condannato per la morte del cantante Michael Jackson, ucciso da una dose letale di Propofol. 

Michael Jackson

Il medico è tornato in libertà, scontando meno di metà della sua pena per buona condotta e anche per via del sovraffollamento delle carceri. Ultimamente si è lasciato andare a nuove dichiarazioni su Michael Jackson, rivelando nuovi dettagli sulla pedofilia. Anche se al processo era stato assolto, secondo Murray il re del pop aveva questo tipo di tendenze e sarebbe stato innamorato di Emma Watson, all’epoca appena undicenne. Ma le dichiarazioni non finiscono qui, anche il settimanale Chi ha interpellato Conrad Murray, che si è definito un capro espiatorio in questa vicenda:

Hanno voluto che fossi io il capro espiatorio per la morte di Michael Jackson. Nei giorni precedenti alla sua scomparsa Michael ballava sei ore al giorno e non si alimentava. Era un uomo di 50 anni in uno stato di spossatezza estrema. Era completamente insonne. Quella sera mi aveva chiamato per aiutarlo a prendere sonno visto che, a forza di non dormire, stava impazzendo. Io gli ho somministrato un sonnifero leggero. Non può essere morto per quella sostanza. In realtà Michael era dipendente da un forte antidolorifico che gli prescriveva di nascosto un altro medico. Ha avuto un arresto cardiaco procurato da questo farmaco, lo stesso che ha ucciso Prince. Ma tutto questo al processo non è venuto fuori, perché era più facile incastrare me, il suo medico.

Il dottore accusa la famiglia di Michael Jackson di aver sempre approfittato di lui e questa è cosa risaputa. I Jackson lo avrebbero incastrato per ottenere i soldi della casa di produzione, ma Murray svela ulteriori dettagli che riguardano l’infanzia del cantante:

Era circondato da parassiti che avevano in testa una sola idea: estorcergli più denaro possibile. Quando era piccolo, ma era già una star, la casa discografica, con l’appoggio del padre Joe Jackson, aveva voluto fargli delle iniezioni di ormoni perché non uscisse dalla pubertà e mantenesse la voce da bambino.

Come se non bastasse, Conrad Murray ha aggiunto un altro dettaglio inquietante:

Da giovane era stato violentato all’interno della sua stessa famiglia e questa tragedia lo ha traumatizzato per tutta la vita.

Photo Credits | Facebook

Commenti (1)

  1. Il medico è un infame, che ha fatto da sicario per un mandante che sappiamo bene quale sia ( anzi, siano). Il medicaastro non racconta cjhe al processo sono intervenuti esperti, io mi sono letto le 40 pagine dell’autopsia del povero Michael, lo hanno letteralmente macellato, descrivendo bene i loro rilievi. E’ morto per il propofol, un anestetico da chirurgia che usava da anni per addormentarsi, ill medicastro glielo ha dato senza attaccarlò ai monitor cardiaci, che possedeva, dopo avergli dato di tutto per ore, valium ed altre benzo, che aveva ancor nello stomaco. La dipendenza di Michael per l’oppiaceo è vera ed era il Demerol ( ci ha fatto anche una canzone, morphin), Prince parrebbe esser morto per il fentanil, non il demerol. Il medicastro, in teoria un cardiologo, gli ha FATTO IL MASSAGGIO CARDIACO SUL LETTO E NON SU una superfice dura come il pavimento. Lo sanno anche i bambini, quasi. Lui no…ci crediamo ? Rimane basito, ascoltando la telefonata., anche l’operatore del loro 118, quando gli viene detto che era sul letto con un cardiologo ACCANTO OOOH scherziamo ?
    MJ è stato ucciso, questo p un fatto. Purtroppo non si può escludere che sia stato proprio assassinato, scientemente, per ottimi motivi, vedendo le vendite post mortem.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>