Mel Gibson violento e razzista

di Gioia Bò Commenta

Un anno fa di questi tempi attendevano con ansia l’arrivo del loro bebè (il secondo per lei, l’ottavo per lui), mentre ora si stanno letteralmente “scannando” a colpi di cause e rivendicazioni.

Lui e lei sono Mel Gibson e Oksana Grigorieva, compagni fino a qualche mese fa ed ora sulle sponde opposte del fiume. Ma se una separazione repentina ci può stare, quello che proprio non ci sta è il comportamento di lui nei confronti della compagna, picchiata a sangue anche quando teneva tra le braccia la figlioletta di pochi mesi.

Finora avevamo solo sentito parlare di denunce da parte della cantante russa, ma ora sembrano esserci delle prove schiaccianti che dimostrano la colpevolezza dell’attore di Arma Letale (e non solo),

A “confessare” sarebbe stato lo stesso Gibson, non sapendo che l’ex compagna stava registrando la telefonata. Reggetevi forte, perché c’è da cadere dalla sedia.

Che razza di uomo è questo? Un uomo che picchia una donna mentre tiene in braccio un bambino e le rompe i denti per due volte! Che razza di uomo è questo?

chiedeva lei tra le lacrime. E lui per tutta risposta:

Oh, tu sei arrabbiata adesso. Ma sai cosa ti dico? Te lo sei meritato! Ti metto in un giardino di rose, hai capito? Guarda che ne sono capace! Tu hai bisogno di una bastonata al lato della testa.

Commenti da parte dell’attore? Nessuno. Commenti da parte del suo portavoce? No comment! Intanto la polizia di Los Angeles ha acquisito il nastro con la registrazione e lo userà come prova nel processo contro l’attore, che dovrà anche difendersi dall’accusa di razzismo per aver detto alla compagna:

Sei proprio imbarazzante. Sembri una fottuta troia in calore, e se verrai stuprata da un branco di negri, sarà colpa tua!

Non so perché, ma ho come l’impressione che il bel Gibson passerà un brutto quarto d’ora di qui a poco. Vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>