La Mussolini in un video hard?

di Gioia Bò 1

alessandra mussoliniIn principio fu Berlusconi con il suo harem di minorenni ed escort, poi arrivò Marazzo che alla compagnia di una bella ragazza preferiva quella dei trans. Ora ci mancava solo il video hard con protagonista la Alessandra Mussolini a completare il quadro politico-sessuale che ci sta mettendo in ridicolo agli occhi del mondo intero.

Ebbene si, anche l’Alessandra nazionale, la nipote del Duce, la moralista per eccellenza è stata beccata in un momento di vita privata, mentre si esibiva nel sesso estremo con Roberto Fiore, leader di Forza Nuova.

A rivelarlo è il sito noglobal Indymedia, che sostiene di avere avuto il video scottante da un ex collaboratore di Fiore. A sentire il network, le immagini sarebbero state girate dalle telecamere di sicurezza interna nella sede di Forza Nuova e mostrate anche ai responsabili del quotidiano Il Giornale.

Lo stesso quotidiano oggi proclama la propria estraneità ai fatti, dichiarando di essere stato contattato telefonicamente e aver rifiutato l’acquisto del video (mai visionato). Insomma ‘sto video esiste o no?

Risponde la diretta interessata:

Non so se incazzarmi o ridere. Allora: vendono su Ebay i frammenti di cervello di mio nonno; tre giorni fa ho ricevuto una chiamata dalla Polizia che mi informava del fatto che Gino Paoli mi ha denunciato per ciò che dissi sulla canzone “Il Pettirosso”. Io eccepii sul fatto che questo brano trattasse di pedofilia, un messaggio grave. Oggi poi uscirà un film dove mi si dà della puttana e dell’assassina e ora leggo queste cose… Che cosa devo dire? Non lo so più. Sono incerta tra l’incazzatura e il mettermi a ridere. Perché? Ormai facessero quello che vogliono…

La solita bufala creata ad arte alla vigilia delle elezioni regionali? O esiste davvero il video dello scandalo? In fondo anche Marrazzo in un primo momento aveva cercato di nascondere i suoi vizietti dietro la scusa della bufala… L’unica certezza è che non finisce qui.

Commenti (1)

  1. Alessandra Mussolini non è ancora molto bello!
    Grazie per questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>