John Lennon era gay?

di Gioia Bò 2

Gossip d’annata questa mattina sulle pagine di Starlettime. Ad essere scomodato è uno dei più grandi poeti del passato, morto tragicamente quasi trenta anni fa e diventato un mito per più di una generazione di ammiratori scatenati. Stiamo parlando di John Lennon e della biografia scritta da Philip Norman, in un’uscita nelle librerie britanniche con il titolo di John Lennon: the Life.

Le rivelazioni contenute nel libro sarebbero sconcertanti e destinate a creare una lunga scia di polemiche e reazioni tra quanti seguono il mondo-Beatles: il rapporto tra John Lennon e Paul McCartney non si limitava ad una semplice amicizia o a normali rapporti di lavoro. A sentire Norman, John era segretamente innamorato dell’amico-collega, tanto da desiderare un rapporto sessuale con lui.

Sconvolgente, specie se si considera che a portare alla luce la questione non è il primo che passa, ma uno che è stato molto vicino al quartetto di Liverpool negli anni di maggior successo.


E le indiscrezioni non finiscono qui. Pare proprio che Lennon fosse un vero complessato dal punto di vista sessuale e, oltre ad avere desideri di rapporti omosex, sognava di avere un contatto carnale con la propria madre.

Il bello di tutta la storia è che inizialmente sia Yoko Ono che Paul McCartney avevano autorizzato la biografia, collaborando con testimonianze sulla vita dell’artista scomparso nel 1980. Ora ovviamente si dicono adirati per quanto uscito dalla penna di Philip Norman e prendono le distanze da qualunque menzogna possa essere scritta nel libro.

Ma non finsce qui, perché il libro dello scandalo potrebbe diventare presto un film per la regia di Sam Taylor Wood, nel quale viene ripercorsa la vita di Lennon dagli anni dell’infanzia fino all’innamoramento per Paul.

E’ un brutto colpo per quanti hanno amato John e la sua vena poetica, per quanti hanno sofferto per la sua scomparsa (venne ucciso in strada da Mark Chapman), ma anche per i milioni di ammiratori che non hanno avuto la fortuna di vivere da vicino la parabola di successo dei Beatles.

Cosa ci sarà di vero in tutta la vicenda? Beh, il diretto interessato non ha più modo di difendersi. Sta a voi decidere se dar retta a simili chiacchiere o se considerarlo uno squallido modo per far soldi.

Commenti (2)

  1. “E’ un brutto colpo per quanti hanno amato John e la sua vena poetica”
    A parte che è una balla, ma non capisco proprio perchè un eventuale innamoramento di John per Paul dovrebbe screditare la sua figura o rappresentare un “duro colpo” per i suoi fan. Si sa, del resto, che negli ambienti artistici non è raro trovare persone che vivono la loro sessualità in maniera più aperta (che probabilmente è frutto anche di una loro maggiore apertura mentale). Per quanto riguarda il desiderio di avere rapporti con la madre, non so quanto questo possa essere probabile dato che la madre era morta da un bel po’ e, al limite, si poteva trattare di residui del famoso complesso edipico che hanno TUTTI i maschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>