Elena Santarelli: “Bernardo non mi ha ancora chiesto di sposarlo”

di Sebastiano Cascone Commenta

E’ una delle coppie più salde dello showbiz italiano. Elena Santarelli ha rivelato a Oggi il segreto per un affiatamento così invidiabile. Infatti, la sua storia d’amore col calciatore Bernardo Corradi dura da oltre sei anni:

Io e Bernardo ci amiamo tantissimo e questo sentimento ci ti tiene legati da sei anni. Tra noi c’è un rapporto autentico, che costruiamo giorno per giorno senza mai darci per scontati. Spesso vediamo sui giornali coppie il cui legame è alimentato solo dalla smania di notorietà: per noi non è così, siamo una coppia sana che non ha mai dato adito a stupide voci.

Nemmeno la nascita del figlioletto, Giacomo, ha cambiato l’assetto familiare:

Non è cambiata molto, si discuteva prima e si discute anche ora, ma sempre per i soliti motivi banali, non certo per nostro figlio. Anche noi, come tutte le giovani coppie, abbiamo i nostri problemi quotidiani. Ci sono gli alti e i bassi. Non mi sveglio tutti i giorni circondata da rose rosse urlando al mio compagno “Ti amo”, qualche volta la mando anche a quel paese.

Almeno per ora, non si parla di matrimonio:

A me piacerebbe, ma Bernardo non me lo ha ancora chiesto. Mi piacerebbe sposarmi in primavera o in autunno, ma questo non sarà possibile fino a quando Bernardo continuerà a giocare a calcio. Sogno una proposta di matrimonio romantica, in una location speciale, Bernardo in ginocchio e nostro figlio che ci viene incontro con una scatolina in mano e mi grida “Mamma ci vuoi sposare?”

A questo punto, meglio la convivenza:

Io e Bernardo abbiamo incominciato a convivere dopo la nascita di nostro figlio e devo dire che siamo molto felici. Non penso che sia la convivenza in sé a rallentare il progetto di un matrimonio, piuttosto dipende molto dal compagno che si ha accanto. In amore ci vuole anche molta pazienza, non sempre le esigenze e i desideri di entrambi coincidono. Bisogna sapere aspettare. E sono certa che prima o poi questo bellissimo giorno arriverà anche per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>