Melissa Satta, Kevin Boateng è un uomo di sani valori

di Samantha Nunziati Commenta

Melissa Satta in un’intervista uscita sul settimanale Chi ha parlato della sospensione dallo Schalke04 del padre di suo figlio Maddox, Kevin Boateng.

Melissa Satta riguardo alla sospensione del calciatore ha detto:

Kevin non è stato licenziato dallo Schalke04 come scrivono i giornali, ma sospeso che è ben diverso. Lui è ancora sotto contratto con la squadra tedesca. Un contratto che scade tra un anno. La verità è che lo hanno usato come capro espiatorio perché la squadra andava male.

Poi la sarda ha detto dei pregiudizi sul compagno:

Dipingono Kevin come un bad boy, ma non c’è niente di più sbagliato. E’ un uomo di 28 anni che ama il calcio e fa il suo lavoro da professionista. C’è una sorta di pregiudizio contro di lui perché è tatuato e ha i capelli con la cresta ossigenata. Ma lui è un uomo di sani valori. In realtà l’hanno usato come capro espiatorio. La squadra andava male. Lo hanno spedito in panchina per nove partite senza motivo. Appena è rientrato in campo, ha segnato e fatto segnare. Poi l’hanno sospeso. Vi sembra normale? Forse a qualcuno dava fastidio.

Insomma Melissa Satta difende il suo uomo come giusto che sia!

Photo | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>