Michael Jackson, Conrad Murray: “E’ stato lui a causare la sua morte”

di Massimo Galanto 1

L’ex medico di Michael Jackson, Conrad Murray, giudicato colpevole di omicidio colposo per la morte del Re del pop e condannato a quattro anni di reclusione, sarebbe pronto a tornare di fronte alla Corte con nuove argomentazioni e prove. Secondo quanto racconta Tmz, Murray, attualmente nel carcere di Los Angeles, avrebbe intenzione di chiedere al giudice il dimezzamento della cifra chiesta dai familiari dell’artista, circa 1 milione di dollari, come risarcimento pecuniario (il giudice però non ha ancora fissato una cifra).

Murray e il suo avvocato Michael Flanagan, sarebbe pronto a dimostrare che la vittima è stata in parte responsabile per la sua morte. Dunque, la tesi della difesa è che Jackson si sia autosomministrato la dose fatale di Propofol.

Commenti (1)

  1. E da dove le vuol prendere queste nuove argomentazioni?
    Sei una vergogna Murray,per l’umanità e per la categoria medica.
    Dovrebbe lasciare in pace Michael Jackson e ammettere le sue colpe e negligenze criminali,lo ha ucciso e dovrebbe sotterrarsi da solo per questo.
    Ma i sensi di colpa ce li hanno gli uomini,lui non è un uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>