Nozze William e Kate, i look stravaganti degli invitati

di Gioia Bò Commenta

E’ calato ormai il sipario sulle nozze reali e da domani l’Inghilterra tornerà alle normali occupazioni, in attesa del prossimo matrimonio da favola. Ma di tempo per spettegolare ancora ce n’è, specie se di tratta di passare in rassegna il look degli invitati al matrimonio di William e Kate e – in particolare – dei curiosi cappellini apparsi sulla testa delle signore dell’aristocrazia inglese.

Da chi cominciare? Nulla da dire sugli uomini della famiglia Windsor (lo sposo, il Principe Harry, il Principe Carlo ed il Duca di Edimburgo, marito della Regina Elisabetta), tutti rigorosamente in alta uniforme.

Alla sposa molti hanno rimproverato la scelta di un abito troppo somigliante a quello indossato da Grace Kelly, quando convolò a nozze con il Principe Ranieri di Monaco, ma alla fine la sua bellezza e la sua eleganza all’ingresso di Westminster hanno offuscato qualunque altro dettaglio.

Capitolo Regina Elisabetta, di giallo vestita e con un cappello in stile Zorro, ma almeno “proporzionato” alla sua figura. Sua Maestà ci ha abituati a tante di quelle stravaganze che il vestito indossato in occasione del matrimonio del nipote sembrava quasi “normale”, colore a parte, forse poco adatto ad un’ultraottantenne.

Nulla da rimproverare alla mamma della sposa, che si è presentata con un abito di color grigio polvere, con spolverino e cappello in tinta. Elegante al punto giusto, sebbene in mezzo a tanta nobiltà fosse un po’ un pesce fuor d’acqua. Meno classe nel grigio perla di Camilla, nascosta come al solito sotto un ingombrante cappellino. Qualcuno ha apprezzato la scelta della seconda moglie di Carlo, ma non la maggior parte della critica.

E i vip? David Beckham ha scelto un tight (cn decorazione apposta sul lato sbagliato, tra l’altro), mentre Victoria è riuscita a distinguersi nella scelta del colore, contravvenendo alla regola che voleva le donne vestite con tinte accese o comunque non scure e presentandosi con un abitino premaman blu notte con cappellino in tinta.

Ed a proposito di cappellini, e abbiamo visti di tutti i tipi tra le invitate dell’aristocrazia, da quelli a forma di disco volante a quelli che ricordavano un ramo secco, da quelli a forma di gondola a quelli che sembravano alberi per le scimmie. Qualcuno davvero delizioso, ma per la maggior delle dame sarebbe stato meglio passare dal parrucchiere e presentarsi con una bella acconciatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>