La Mussolini e il video hard: me la pagheranno!

di Gioia Bò Commenta

alessandra_mussoliniL’argomento tira, i lettori vogliono sapere e noi non manchiamo di dedicare un nuovo capitolo alla vicenda che sta scuotendo violentemente la politica in questo autunno infuocato.

Inutile dire che stiamo parlando del presunto video hard che vedrebbe come protagonisti Alessandra Mussolini e Roberto Fiore, leader di Forza Nuova. Ci sono novità sulla questione? No, se si escludono querele, denunce e richieste varie di risarcimento da parte dei diretti interessati.

Ma quello che ci interessava riportare in questa sede è lo show della parlamentare del Pdl in diretta tv, ripreso stamattina dal quotidiano La Stampa.

La Mussolini ha più di un sassolino da togliersi dalla scarpa e lancia invettive contro tutti, a partire da Il Giornale, che per primo ha fatto nomi e cognomi, sbattendo la sua faccia in prima pagina:

Perché, per aiutarmi, come sostengono a “Il Giornale”, mettono la mia foto in prima pagina raccontando di un video che non esiste, che nessuno ha visto, invece di riportare del tentativo di estorsione nei confronti di palazzo Chigi? Cosa che invece hanno riportato correttamente “la Stampa” e “il Corriere della Sera”? Cosa c’è sotto? Ci sono troppe cose strane in questa storia. Dico solo che nel mondo politico ci sono fregnacciari e fregnacciare…

Alessandra ha i suoi sospetti sul nome del regista di tutta la faccenda, ma per ora non fa nomi e continua a prendersela con il quotidiano di Vittorio Feltri:

Quello che mi fa impazzire è che “il Giornale” invece di mettere la notizia del ricatto a palazzo Chigi senza nomi e cognomi, mi sbatte in prima pagina manipolando la notizia. Hanno scelto un taglio hard, infamante contro di me e la mia famiglia invece di fare correttamente informazione. E vogliono che io stia calma? Ormai il fango è partito, vai a convincere le persone che hanno letto quell’articolo che il video non c’è.

E in effetti il tarlo del dubbio gironzola ancora nella testa di molti. Ma occhio alla Mussolini, che vuole andare fino in fondo:

Adesso voglio svergognare chi sta dietro a tutta questa vicenda. Aspetti e vedrà.

Alessa’, non vediamo l’ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>