George Clooney lo splendido, Liam Gallagher il taccagno

di Gioia Bò Commenta

Chi tanto e chi niente, verrebbe da dire, ed a volte è difficile esimersi dal fare confronti su come spendono i propri soldi le star.

Specie poi se stiamo parlando del giorno più bello dell’anno per gli innamorati, il 14 febbraio, in cui quasi sempre gli uomini si dimostrano particolarmente romantici, preparando nei minimi dettagli la serata con la morosa e non badando a spese. Quasi sempre, appunto!

Su questa linea di pensiero uno dei sex symbol più amati di Hollywood, George Clooney, che ha voluto stupire la sua ex cameriera Sarah Larson, riservandogli una seratina coi fiocchi. Leggete, imparate e tenevi pronti a trattenere l’invidia.


Eh si, perché il bel George ha scelto Las Vegas, città del divertimento per eccellenza, come meta per San Valentino: cenetta romantica al Nove Restaurant, spettacolo del Cirque Du Soleil al Mirage Hotel e poi via verso la Sky Villa dello Hugh Hefner’s Playboy Tower, piuttosto nota nell’ambiente delle star per i numerosi confort che offre, come il letto girevole, il soffitto a vetri e l’immancabile sala massaggio.

Il prezzo della serata romantica? “Solo” 40.000 dollari! Capito ora perché ha tanto successo con le donne?

Ma se Clooney ha fatto pazzie per festeggiare nel modo migliore il giorno degli innamorati, c’è anche chi ha stretto i lacci della borsa, dimostrandosi un vero taccagno, persino nel giorno del suo matrimonio!

Parliamo di Liam Gallagher, che solo qualche giorno fa avevamo definito “romantico”, nonostante la fama da duro, perché aveva scelto proprio il giorno di San Valentino, per convolare a nozze con Nicole Appleton. Che illusi! Ora si scopre che il leader degli Oasis ha staccato un assegno di sole 10.000 sterline per pagare l’intero circo nuziale, di cui la gran parte è finita nelle casse del Register Office di Westminster e per la sala che ha ospitato i pochi fortunati invitati.

Ahi ahi Liam, ora finalmente riusciamo a capire perché hai voluto fare le cose in gran segreto: credevi forse che, sapendolo, ci saremmo “imbucati”, facendo aumentare il conto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>