Sheryl Crow, amore incondizionato da mamma

di Valeria Douglas Commenta

Sheryl Crow, da quando è diventata mamma, ha iniziato ad amare liberamente e senza limiti. E’ la stessa cantante a dichiararlo, dopo aver adottato, lo scorso maggio, il piccolo Wyatt.

Una grande esperienza che l’ha ispirata anche dal punto di vista musicale tanto da aver dedicato all’evento una canzone del suo nuovo album “Detours” uscito lo scorso 5 febbraio.

Stavo registrando i pezzi quando Wyatt ha compiuto tre settimane. Lui ha avuto molta influenza su di me tanto da farmi capire che, per la prima volta, stavo amando senza limiti.


La vita della cantante 46enne non è stata certo facile fino a oggi a partire dalla rottura della tormentata relazione con il campione di ciclismo Lance Armstrong.

Nel 2006, poi, le fu diagnosticato un cancro al seno come tante sue illustre colleghe. Sul suo sito, un messaggio avvertiva i fans:

Circa una donna su sette in America si ammala di cancro al seno durante la sua vita e io sono entrata a far parte delle oltre 200mila donne a cui quest’anno è stata diagnosticata questa malattia.

Ma dopo un momento buio e di tante lacrime, è arrivata anche la gioia:

Ho iniziato i documenti per l’adozione appena ho finito le mie cure. Mi ero sempre sentita madre ma non sapevo in realtà cosa significasse. Ed ero solita pensare che solo una madre e un padre insieme avrebbero potuto dare vita a una famiglia. Non credo che usare lo sperma di un donatore o adottare un bambino sia una sorta di premio di consolazione. Sono fiera di aver avuto questo figlio e spero di far crescere la famiglia con amore.

E anche la carriera ha ripreso a correre veloce lungo i binari. La primavera vedrà Sheryl impegnata in un tour americano, ma l’Europa non sarà risparmiata. Sheryl arriverà anche in Italia, precisamente il 6 luglio a Lucca in Piazza Napoleone, per l’edizione 2008 del Lucca Summer Festival.
Un applauso a una donna così coraggiosa. Vip italiane, imparate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>