Kate Moss ha messo la testa a posto?

di Elide Messineo Commenta

Dopo tre giorni di festeggiamenti a tutto rock per il suo matrimonio, Kate Moss ha deciso di dire definitivamente addio alla sua vita sregolata. O almeno così sembra. La top model più chiacchierata del mondo aveva già detto che aveva intenzione di mettere la testa a posto, dopo essere stata beccata più volte in condizioni non proprio ottimali.

Ma l’amore per la rockstar dei Kills, Jamie Hince, deve averle fatto davvero bene, visto che sembra che Kate Moss sia stata di parola e adesso abbia detto addio alla vita di eccessi e forse anche ad alcol e droghe. Siamo sicuri che non avrà abbandonato le sue adorate sigarette, visto che nella lista nozze erano richiesti ben quattordici posacenere, uno a stanza.

A raccontare il nuovo stile di vita della top model è stata l’amica Sadie Frost, che ha spiegato di come adesso le loro vite siano dedicate interamente alla famiglia:

Il sabato prepariamo il pranzo per i nostri figli e passiamo del tempo in giardino. Mi sono divertita davvero tanto sabato notte giocando a bingo a casa con i bambini.

E noi che la immaginavamo ancora come quando l’abbiamo vista con Pete Doherty… Vi immaginate, adesso, Kate Moss che gioca a bingo? Ne sarà ben lieta la sua bambina, la piccola Lila Grace, 8 anni, avuta dalla relazione con Jefferson Hack. A otto anni, forse, è preferibile una partita a bingo e un pranzo in giardino, piuttosto che una scazzottata con i paparazzi e un ritorno in limousine barcollando.

La Frost ha raccontanto ad Hello che in casa Moss-Hince ci si diverte davvero un sacco con i bambini ed ha dimostrato di stimare davvero molto Kate, che in questo momento si trova in Australia per seguire il tour dei Kills di Jamie Hince… siamo sicuri che abbia davvero abbandonato gli eccessi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>