Nicole Kidman: licenziata da Chanel, si consola da Madame Tussauds

di Valeria Douglas Commenta

Tempi difficili e soprattutto problemi giudiziari per Nicole Kidman. Solo pochi giorni fa Nicole era comparsa in un tribunale di Sydney per testimoniare contro un fotografo che nel 2005 l’aveva inseguita in auto.

Una sorta di Lady Diana bis, per fortuna a lieto fine.

Ora si prospetta però un nuovo processo. Infatti Nicole ha deciso di fare causa al quotidiano brittannico Daily Telegraph, reo di aver scritto in un articolo che la star adora il profumo White Jasmine della casa britannica Jo Malone. E la cosa appare pù grave di quanto possa sembrare visto che la Kidman è da tempo il volto ufficiale del celebre Chanel N.5.

Insomma, se la celebre casa francese decidesse di rescindere il contratto – per non aver rispettato i termini del loro rapporto lavorativo – Nicole rischierebbe di vedere andare in fumo ben 7 milioni di euro.

Intanto, per la bionda australiana, giunge anche una buona notizia dal museo di Madame Tussauds di Londra, famoso in tutto il mondo per le sue cere. Anche lei, infatti, ha finalmente la sua statua – inaugurata in occasione delle feste natalizie – accanto a colleghi altrettanto celebri come Brad Pitt e Angelina Jolie.

E che statua! Gli artigiani di Madame Tussauds hanno impiegato circa tre mesi e migliaia di fotografie per creare la statua della Kidman. Il risultato è stupefacente.

Lineamenti perfetti e un lungo vestito rosso a sottolineare ancora una volta la sua bellezza. Soddisfazione al museo:«E’ una grande celebrità e siamo stati contentissimi di presentare la sua statua».

Consolati Nicole. Almeno adesso la tua bellezza resterà immortale. Seppur di cera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>